Logo_SHG
Prenota
067.027821

La stravagante tomba del fornaio Eurisace

The underground Basilica of Porta Maggiore
Settembre 4, 2017
Porta Maggiore tra storia, leggenda e mistero
Settembre 4, 2017

La stravagante tomba del fornaio Eurisace

Nel 1838 durante un intervento di restauro della porta oggi detta “Maggiore” voluto da Gregorio XVI, venne alla luce il sepolcro di Marco Virgilio Eurisace, ricco fornaio di Roma, e di sua moglie Atistia.

Il monumento, che era stato inglobato all’interno della torre principale della Porta, risale circa al 30 a.C. ed è la copia in travertino di un antico forno per cuocere il pane, come testimonia l’epigrafe: “Est hoc monimentum Marcei Vergilei Eurysacis pistoris, redemptoris, apparet“, ovvero: “Questo sepolcro appartiene a Marco Virgilio Eurisace, fornaio, appaltatore, apparitore”. Il mestiere di Eurisace risulta ancora più evidente se si osserva il fregio che sormonta la tomba, il cui bassorilievo raffigura tutte le diverse fasi della panificazione: la pesatura e la molitura del frumento, la setacciatura della farina, la realizzazione dell’impasto e, infine, la messa in forno delle pezzature di pane.